Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere via email le notizie del sito, iscriviti alla newsletter!
 
 
 

Sondaggio

Ti piacerebbe se, a volte, al posto delle news sul sito, ci fossero delle offerte filateliche?
 

Cerca

Archivio Notizie



I titoli inglesi legati ai francobolli crescono anche con la crisi

Share

In questo periodo di crisi profonda dell’economia, molte persone sono alla continua ricerca di beni che consentano un incremento del valore dei propri investimenti, con un livello contenuto di rischio. Diverse volte, anche in questa sezione, abbiamo parlato di come i fracobolli, e anche le monete, possano rappresentare un modo per coniugare queste esigenze economiche, oltre che gratificare la passione del collezionista.

Andamento Indice GB30

Un ulteriore segnale in questa direzione ci viene offerto dall’analisi dell’andamento dei titoli borsistici collegati ai francobolli. A tal riguardo citiamo l’esempio riportato da Il Sole 24 Ore di qualche giorno fa, l’indice GB30 Rarities, che è composto dai 30 francobolli più rari del Regno Unito e che ha riportato un incremento medio del valore del 9,7% all’anno dal 1954! Nella tabella sotto riportata potrete vedere i francobolli che compongono questo indice e il relativo incremento di valore dal 1998 al 2012.

Indice GB30

Il grafico che abbiamo riportato mostra l’andamento di questo indice in confronto dell’indice GB30 con l’andamento dell’oro, degli immobili, dell’indice FTSE 100 TRI (che rappresenta il rendimento dei titoli delle società a maggiore capitalizzazione quotate alla borsa di Londra) e dell’indice Dow Jones (che è basato sull’andamento dei 30 più importanti titoli di Wall Street). Si può notare come la crescita costante dei titoli legati ai francobolli inglesi, sia simile solo a quella dell’oro, che, comunque, nonostante gli elevati incrementi degli ultimi anni, in media è cresciuto meno dei francobolli.