Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere via email le notizie del sito, iscriviti alla newsletter!
 
 
 

Sondaggio

Ti piacerebbe se, a volte, al posto delle news sul sito, ci fossero delle offerte filateliche?
 

Cerca

Archivio Notizie



Da Romafil 2012 buone notizie per il mercato della filatelia

Share

Romafil 2012

Dal 12 al 14 ottobre si è tenuta l’importante manifestazione filatelica Romafil 2012, organizzata da Poste Italiane. E’ stata l’occasione per fare il punto sull’andamento del mercato della filatelia italiana, in relazione allo stato generale dell’economia del paese. Nella giornata di inaugurazione, importanti personalità hanno espresso la propria opinione su questo settore e credo sia interessante riportare le loro parole, a volte così coinvolgenti e appassionate, con cui hanno parlato della filatelia.

 

L’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri, Gianni Letta, ha detto rivolto ai filatelici che "Voi rappresentate la memoria storica dell'Italia e fa piacere sapere che in tempi di crisi il settore è vivo e vitale e che non ha bisogno di sussidi di Stato". Ha inoltre detto che “Se un'attività, da un certo punto di vista così elitaria, passa indenne attraverso i venti della recessione economica significa che questo Paese ha conservato valori e virtù che lo porteranno fuori dalla crisi”. "La filatelia è una passione che contribuisce a elevare culturalmente le persone e il collezionismo è un virtù fatta di ricerca e notti insonni che si contrappone alla sguaiatezza della nostra società che, anche a causa della televisione, è ormai tutta concentrata sull'ostentazione". Ha poi aggiunto che "Quello per i francobolli e' un interesse che arricchisce spiritualmente e le Poste italiane fanno bene a incoraggiare la vivacita' del settore".

 

Marisa Giannini, responsabile per la Filatelia di Poste Italiane, ha inoltre affermato che "I francobolli sono il simbolo dello Stato e i collezionisti conservano la memoria storica del Paese" e che "nonostante la recessione, i dati di vendita rimangono postivi anche grazie ai prodotti delle Poste e degli studi filatelici che mantengono una certa qualità".

Il presidente di Poste Italiane, Giovanni Ialongo, ha poi aggiunto che "Nonostante l'avvento tecnologico il francobollo non ha mai perso la sua importanza nella comunicazione che ora assolve anche in occasione di celebrazioni importanti".

 

Interessante anche il contributo del presidente dell'Associazione filatelici professionisti (AFIP), Andrea Mulinacci, che analizzando lo stato della filatelia italiana, ha rilevato che le principali realtà imprenditoriali italane del settore si basano su piccole e medie imprese e come si stia consolidando il ruolo di Internet anche nel mercato filatelico.