Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere via email le notizie del sito, iscriviti alla newsletter!
 
 
 

Sondaggio

Ti piacerebbe se, a volte, al posto delle news sul sito, ci fossero delle offerte filateliche?
 

Cerca

Archivio Notizie



La statua della libertà…sbagliata

Share

Francobollo Statua della Libertà


Quando si parla degli Stati Uniti il nostro pensiero va spesso alla bandiera a stelle e strisce ed alla statua della libertà, simbolo di questa super-potenza e legato ai ricordi degli emigranti che, sbarcando a New York, all’entrata del porto sul fiume Hudson, venivano accolti da questa statua, alta 93 metri e visibile già a 40km di distanza.


La donna rappresentata nella statua ha una corona a sette punte (che rappresentano i sette mari) e regge con la mano destra una fiaccola, simbolo del fuoco eterno della libertà, e con la mano sinistra tiene un libro, su cui è incisa la data del 4 luglio 1776, giorno dell’indipendenza americana.


In questi giorni si è tornato a parlare di questo celebre monumento per via di una svista filatelica.


La storia ha origine qualche anno fa quando il servizio postale americano (U.S. Postal Service) ha realizzato un francobollo “Forever” che riproduceva un’immagine della statua della libertà.


Ad uno sguardo attento è apparso, però, evidente che non si tratta della riproduzione della nota statua, ma invece su una copia realizzata dallo scultore Robert Davidson e che si trova a Las Vegas.


L’artista ha da poco deciso, a distanza di circa due anni dall’errore, di intraprendere un’azione legale contro il governo per violazione della legge sul copyright.

Gli avvocati dello scultore sostengono che il servizio postale, anche una volta resosi conto dello sbaglio, avrebbe continuato a stampare un elevatissimo numero di francobolli (circa 5 miliardi), senza occuparsi di ottenere i diritti per l’utilizzo dell’immagine.

Vi manterremo informati sull’evoluzione della vicenda giudiziaria.