Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere via email le notizie del sito, iscriviti alla newsletter!
 
 
 

Sondaggio

Ti piacerebbe se, a volte, al posto delle news sul sito, ci fossero delle offerte filateliche?
 

Cerca

Archivio Notizie



A Rimini la mostra “Dalla posta dei Papi all'unità d'Italia”

Share

Mostra di Rimini

La città di Rimini ospita dal 22 gennaio al 5 febbraio 2012 la mostra dal titolo “Romagne: dalla posta dei Papi all’unità d’Italia (1852-1861)”, per la celebrazione dei 160 anni dei primi francobolli dello stato pontificio e per la chiusura delle celebrazioni del 150° dell’unita’ d’Italia. La mostra è organizzata dall’AISP (Associazione Italiana di Storia Postale) insieme al Comune di Rimini, al circolo culturale filatelico numismatico di Rimini e all’Istituto per storia del Risorgimento italiano di Rimini.

 

La mostra viene tenuta nel Museo Città di Rimini in Via Luigi Tonini 15, ad ingresso libero.

 

La mostra è articolata in tre periodi principali:

 

1. Governo Pontificio (1 gennaio 1852-11 giugno 1859)

• I francobolli (nuovi e su busta)
• I frazionati
• I falsi e le frodi
• Gli uffici postali
• Gli annulli
• Le corrispondenze interne
• Affrancate e tassate
• Estere
• Le rispedizioni
• La posta ed il colera

 

2. Il Governo Provvisorio (12 giugno 1859-31 gennaio 1860)

• L’uso dei francobolli Pontifici durante il G.P.
• Il pagamento in danaro e le lettere non affrancate
• I francobolli del Governo Provvisorio (dal 1 settembre 1859)
• Gli usi (i frazionati, le tassazioni)
• Le corrispondenze – interne ed estere
• Le poste militari nelle Romagne

 

3. L’introduzione dei francobolli del Regno di Sardegna

• Il primo periodo (1 febbraio/18 marzo 1860)
• Il secondo periodo (19 marzo1860 -16 marzo 1861)
• Il terzo periodo (Il Regno d’Italia – dal 17 marzo 1861)
• I francobolli (nuovi e su busta)
• I bolli usati quali annullatori
• I nuovi uffici postali
• Gli usi (i frazionati, la tariffa ridotta nelle Romagne)
• Le tariffe
• Le destinazioni

 

I documenti presenti includeranno:

• Francobolli nuovi
• Lettere affrancate e non
• Documenti vari di carattere postale (bandi, editti, leggi, ecc..)
• Scritti interni di particolare interesse storico o postale
• Documenti storici del periodo (fotografie, quadri, bandi, editti, piantine, ecc..)

 

Segnaliamo che nella giornata inaugurale e nel pomeriggio di sabato 28 gennaio si terranno nella Sala del Giudizio del Museo delle conferenze inerenti il tema della mostra.